... come fare senza festa del cotechino ...

Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

Bestiario

  • "Mio marito è sifilitico, fa la raccolta dei francobolli" (filatelico)
  • "Come (siccome) ho trovato un gabbiano feruto (ferito) vorrei sapere il numeri telefono del vuvuesse (WWF)"
  • "Mi fanno male i pettoraci" (pettorali)
  • "Ho bisogno di prendere uno sbroncoplast" (biochetasi)
  • "Ieri ho mangiato un piatto di spaghetti ai succhi di frutti di mare che era uno spettacolo"
  • "Io compro sempre a scatola vuota" (chiusa)
  • "Attento al velosolex" (autovelox)
  • "Dovremo parlare con i nostri interculatori" (interlocutori)
  • "Devi alzare l'autoparlante" (altoparlante)
  • "All'Ospedale di Fidenza c'è la camera iperbolica" (iperbarica)
  • "Si parlava di Grassi e Ramoscé ..." (Craxi e Saddam Hussein)
  • "Questa sera c'è il big mak" (big match)
  • "Dobbiamo comperare un bolider più grosso" (boiler)
  • "... non sa usare il mauser" (mouse)
  • "Vuoi una spray con un vostel?" (sprite e wurstel)
  • "Portati il più uei" (k-way)
  • "Non ho ancora avuto l’occasione di parlare a occhi a occhi per la signora" (a tu per tu !?!?! forse...)
  • "E’ un periodo che c’è un caldo che dormo sempre a orso nudo" (dorso)
  • "… devo cambiare la lama del william" (il vidiam)
  • "Indove hai messo la scala?" (dove)
  • "… quella sì che è una bella stescion vegos" (station wagon)
  • "Il caffè lo vuole defeinato" (caffè decaffeinato)
  • "Adesso mi bevo proprio un bel tranquillante" (caffè decaffeinato)
  • "Ci vuole un po’ di cèlades" (nastro adesivo)
  • "L’altro giorno sono passato a Castell’uovo Fogliani" (Castelnuovo)
  • "Adesso esco a prendere una bocconata d’aria" (boccata)
  • "Devi vestirti più bic" (chic)
  • "… occhio al velos" (autovelox)
  • "Devo comperare un po’ di nosocromo che l’ho finito" (mercuro cromo)
  • "Per non sporcare devi usare un po’ di neotene" (telo)
  • "Devi metterci un po’ di tonné" (salsa tonnata)
  • "Bisogna cambiare i reggicristalli della macchina" (tergicristalli)
  • "La fontana di viale Dante ha dentro un macchinismo incredibile" (meccanismo)
  • "Questo è proprio un quartiere di diffamazione" (malfamato)
  • "Guarda quella lì, che tacchi a squillo!" (probabilmente associa i tacchi a spillo con le prostitute)
  • "… è la plassi" (prassi)
  • "Devo fare un salto al supermarco" (supermarket)
  • "Vado a prendere una scialpa" (sciarpa)
  • "E' fermo perché ha un po’ di pubalgina" (pubalgia e intanto si fa segno la caviglia)
  • "Vado a prendere un po’ di lasticini" (elastici)
  • "Lo porto a fare due pantari" (plantari)
  • "A Cagliari ho mangiato una dorata lunga così!" (orata)
  • "Questo è dòp segrét" (top secret)
  • "Lultimamente l’ho visto un paio di volte" (ultimamente)
  • "Devo proprio comprare un funicolare" (auricolare del telefono)
  • "… ti dico che questi funghi sono combustibili" (commestibili)
  • "Bisognerebbe proprio fare un blix" (blitz)
  • "Hai visto il mio incendino?" (accendino)
  • "Ti ho messo sulla scrivania un Caffer Coffer" (pocket cofee)
  • "E’ bella, ma ha un po’ di celluloide!" (cellulite)
  • "… si saranno indormentati" (addormentati)
  • "Se gli viene la febbre gli do un po’ di caipiriña" (tachipirina)
  • "Da un po’ di tempo tra queste persone c’è un po’ di nitrito" (attrito)
  • "Devi fare un corsoio" (nodo scorsoio)
  • "Dammi un lambostik per favore" (pennerello indelebile)
  • "… gli hanno dato dei punti di invità" (invalidità)
  • "Questi bicchierini sono elettriticizzati" (elettrizzati)
  • "Adesso sposto la Gessy" (la Honda Jazz a volte la chiama anche Gix)
  • "Ho visto per terra delle seringhe fresche di zecca!" (siringhe che fino a poco prima non c'erano)"
  • "… sono arrivati il cane e il gatto" (il gatto e la volpe)
  • "Si è rotto fibia e pérone" (tibia)
  • "… si vede che aveva il paté d’animo" (patema)
  • "… sul muro indove c’è il granuloma" (= dove ci sono i granellini)
  • "Devo andare a prendere un po’ di francobolli di posta proletaria" (prioritaria)
  • "… ragazzi! Mettetevi tutti il giubbotto impannato" (imbottito)
  • "… per prendere la linea devi schiacciare l’aderisco" (asterisco)
  • "… questo campo è pieno di allavamenti" (avvallamenti)
  • "Oggi è un po’ in catalogna" (catalessi)
  • "Ti dovrei fare una domanda pertinosa" (impertinente)
  • "Bonomi l’ha chapé di’num da Greggi" (Bonolis e Greggio)
  • "Devi dargli una sans!" (chance)
  • "Adesso quando le hai sernite, me lo dici che …" (scelte)
  • "Com’è andato lo spettacolo di Foà?" (Dario Fo)
  • "Devo andare a prendere un po’ di semenza e di bitume" (concime)
  • "L’aquila è un volatice" (volatile)
  • "Devi usare il pastù" (passe-partout)
  • "Non hanno portato la frizz?" (sprite)
  • "Quando lo versi fa due dita di spugna" (schiuma)
  • "Sono passato all'Altrimenda" (Altrimedia)
  • "C’era la gazzetta della polizia" (gazzella)
  • "Lui è stato in Erik" (Iraq)
  • "Devi togliere il gix" (cd)
  • "Bisogna andare all'Eki" (Ikea)
  • "Avevo la macchina imbevuta di fumo" (impregnata)
  • "Questa notte c'erano delle vampe ..." (lampi)
  • "Luigi ha messo dei bei tindoni nuovi" (tende da sole)
  • "Sono buoni questi scalpi e anche i lattici" (scampi e astici)
  • "Sono entrati in due e gli hanno messo il vibratore ..." (defibrillatore ... mamma mia!)
  • "Guardate che quella vi mette gnock-out tutti e due ..." (knock-out, ma associandolo ad una "gnocca" ...)
  • "Devo prendere la capperina ..." (tachipirina)
  • "Porca miseria, ma qui dentro che sporchizia c'è?" (sporcizia)
  • "Noi abbiamo giocato male, ma loro ... solo palla lunga e ben distesa ..." (Mix tra "palla lunga e pedalare" e "passi lunghi e ben distesi)
  • "Mi dai un biscotto? Ho un po' di langorìo" (languorino)
  • "Hanno già rotto l'angolo dello spigolo" (questa è un po' contorta ...)
  • "Dove hai parcheggiato Lanlò?" (Land Rover)
  • "Questa mattina mi sembri un po' depressato" (depresso)
  • "Ieri l'ho visto fare fùtin in bicicletta" (solitamente il footing non si fa in bicicletta)
  • "... le condizioni sono stazionabili" (stazionarie)
  • "E' stato in Via Uccelli di Mieli" (Nemi)
  • "Devo comprarlo anch'io perchè mio figlio me l'ha perquisito" (requisito)
  • "Mi hanno fatto un barbale" (verbale)
  • "Dovresti un po' impiccionirle" (rimpicciolirle)
  • "Ti ho già puntualizzato sul foglio" (ha disegnato quattro punti su un foglio bianco)
  • "Ho sentito l'ambulanza spianata" (a sirene spiegate)
  • "La macchina del caffè è andata in tict" (tilt)
  • "I giornali sono indove c'è la macchina tipografica" (fotocopiatrice)
  • "Non si potrebbe passare, ma ci passo di suffrugio" (con un sotterfugio)
  • "E' più comodo il marsunbio del borsello" (marsupio) 
  • "... perchè se ne mangi troppo ti nasano un po'" (nauseano)
  • "Scusa ma io sono un po' pineolo" (pignolo)
  • "A militare mio figlio faceva rotolare le guardie" (programmava i turni)
  • "Devo infrancare queste buste" (affrancare) 
  • "L'ho chiamato e gli ho spiegato tutto il randazzo" (andazzo)
  • "Mi sono fatto togliere una spiga dalla mano" (spina) 
  • "Non chiamare l'idraulico, l'ho sgomberato io il lavandino" (sturato)
  • "... ci mancava anche la rosalia" (rosolia)
  • "... sono quelli dell'abbigliamento del campo" (allestimento)
  • "Mi affissi un appuntamento?" (fissi)
  • "Mia moglie s'é presa la patite!" (l'epatite)
  • "Domani è la festa di aulin" (halloween)
  • "Mio figlio doveva andare in vacanza a Serm En Sug, ma all'ultimo momento è andato a Formentera" (Sharm El Sheikh)